#trovastaannozero

https://www.riviera24.it/2022/09/trovasta-anno-zero-nasce-una-residenza-per-artisti-in-valle-arroscia-780387/#share-anchor
Estate 2022
Grande evento dal 05 al 25 Agosto  che si svolgerà a Trovasta Fraz. di Pieve di Teco
Trovasta anno zero
Vi aspettiamo!!!


Segue articolo di Michele Bramante

Grazie  Michele!


Un piccolo borgo dell'entroterra ligure, Trovasta, frazione di Pieve di Teco, si trasformerà quest'estate in una comunità funambolica di artisti. Il gallerista Giancarlo Cristiani e il designer Giò Gatto, innamorati dell'idillio tra le colline e i ruderi del luogo, hanno ricostruito pietra su pietra le vecchie case diroccate, riportando in vita il centro ormai disabitato, ma dandogli un potenziale del tutto nuovo, secondo l'estro dei due visionari ideatori.

Per tutto il mese di agosto tra le case del borgo si avvicenderanno, senza un preciso programma, artisti di ogni disciplina, invitati a trasferire la loro abituale attività creativa in un luogo inedito e in nuove relazioni, all'insegna della spontaneità e della vitalità conviviale. Trovasta non è un progetto, tutto avverrà senza premeditazione, fatta salva l'intenzione di scoprire quello che accadrà mescolando gli ingredienti creativi che si raccoglieranno in questo luogo. Agli artisti non verrà imposto il filtro di un bando o di una selezione; le relazioni reali saranno l'unico movente di attrazione, sotto forma di amicizia, amore, cortesia, fiducia, secondo linee emotive in un modo programmaticamente caotico per essere autenticamente fecondo. Nessuna disciplina artistica verrà esclusa, ma non si pensa a un progetto inter-, multi- o post-disciplinare, le interazioni produttive avverranno secondo le simpatie e i desideri generati dalle situazioni momentanee e spontanee, le configurazioni collettive si avvicineranno più alle costellazioni che alle forme.

Incipit. “Anno Zero, Atto Primo, Movimento Imprevedibile. Forse“ è il bizzarro e goliardico titolo della rassegna nato, raccontano i promotori, in un momento conviviale tra amici, nello spirito che si vorrebbe trasferire agli eventi di Trovasta.

Anno zero perché ancora non è chiaro se dall'edizione pilota senza pilota nascerà una storia oppure no. I vissuti mischiati potrebbero coagularsi in una narrazione collettiva, ripetuta periodicamente, oppure rimanere allo stato embrionale senza fondersi in un insieme condiviso, negando alla storia il principio secondo il quale essa tramanda sempre ciò che si solidifica.

Atto primo di una messa in scena senza regia o, per meglio dire, in cui la regia viene mossa dalle azioni dentro la scena. Atti successivi potrebbero avvenire comunque nell'anno zero. L'anno zero potrebbe perpetuarsi per anni.

Movimento imprevedibile poiché l'unico principio fondante dell'iniziativa è quello di un movimento continuo, nel segno di tutto ciò che avviene, comunque avvenga. Non è certo, quindi, nemmeno che dal movimento nasca qualche effetto destinato a durare, poiché le conseguenze delle azioni saranno immanenti al movimento stesso, e avranno come unico esito garantito la liberazione delle energie artistiche investite.

Michele Bramante