MARIO CEROLI

MARIO CEROLI


I disegni di mobili di Mario Ceroli evolvono direttamente dalla sua arte. Negli anni '60, influenzato dagli artisti della Pop Art, Ceroli iniziò una produzione di oggetti fuori scala in legno. Nel 1967, egli fu coinvolto nel movimento sperimentale di arte povera  iniziò ad usare tavole di legno non stagionate. I suoi arredi esplorano il rapporto tra scultura e ambiente circostante, come si può notare nelle alte sedie posteriori teatrali. E' lo stesso Ceroli che dichiara "nella mia mobilia ci è una specie di rapporto... l'uso di legno grezzo contribuisce a generare questo rapporto... la mobilia per me è cultura utilizzabile da toccare, da usare. Il rapporto con i miei mobili è questo."   Letteratura: repertorio, PG. 363

Sedia alta  - Mobili nella valle 
Prod. Poltronova - Materiale: Pino russo non raffinato - dimensioni 19 x 19 x 76h.